MENU

Affari & Persone


Câmara Ítalo-Brasileira: in maggio a Curitiba HortiFruti Brasil Show

18 gennaio 2014 • Economia news, Economia Real, EventiComments (1)

La Câmara Ítalo-Brasileira de Comércio e Indústria do Paraná – www.italocam.com.br  (E-mail: contato@italocam.com.br) – è uno dei principali promotori di “HortiFruti Brasil Show 2014”, che si svolgerà dall’8 al 10 maggio prossimo presso il Mercato Ortofrutticolo di Curitiba, capitale dello Stato di Paraná. La manifestazione riunisce la filiera della produzione di ortaggi, frutta e fiori brasiliana, e avrà come tema principale la produzione e distribuzione attraverso i mercati ortofrutticoli. “HortiFruti Brasil Show” è promosso dall’Abracen (Associação Brasileira das Centrais de Abastecimento), che associa i principali Mercati Ortofrutticoli del Paese che in giugno ospiterà i Campionati del Mondo di calcio. L’evento in calendario a Curitiba conterà sulla partecipazione di aziende brasiliane ed europee; per ciò che riguarda le aziende italiane, in particolare, saranno presenti realtà della Regione Emilia-Romagna, con cui lo Stato del Paraná, e il Comune di Curitiba, hanno un forte rapporto di collaborazione in ambito tecnologico e commerciale. La Câmara Ítalo-Brasileira de Comércio e Indústria do Paraná, presieduta da Francesco Pallaro,  fa parte di Assocamerestero – www.assocamerestero.it – l’Associazione delle Camere di Commercio Italiane all’Estero (Ccie) e di Unioncamere – www.unioncamere.gov.it – nata alla fine degli anni ‘80 per valorizzare le attività di queste istituzioni in Brasile e in tutto il mondo.

Antonio  Barbangelo

Read More

Latam Airlines Group aumenta il capitale di 940 milioni di $

14 gennaio 2014 • Economia RealComments (0)

Aria nuova in Latam Airlines Group la compagnia nata dopo la fusione tra Tam e Latam del giugno 2012. L’aumento di capitale effettuato con il collocamento del 100% dei 62 milioni di azioni di nuova emissione, consente una maggiore liquidità e la riduzione del debito, punto chiave dopo la fusione con Tam. (altro…)

Read More

L’Ue si appella al Wto: Brasilia frena l’import con le tasse

11 gennaio 2014 • Economia news, Economia RealComments (0)

L’Unione Europea ha avviato una disputa contro il Brasile presso il Wto (World Trade Organization) – www.wto.org – per la tassazione imposta dal Paese sudamericano sull’importazione di un’ampia gamma di prodotti: dagli autoveicoli ai computer fino ai semiconduttori. Secondo Bruxelles l’attuale tassazione sulle merci importate dal Brasile è “discriminatoria e protezionista”, e nel corso del 2013 avrebbe portato a un calo dell’11% delle esportazioni europee di veicoli a motore verso il Paese che ospiterà in giugno il Campionato del mondo di calcio. Giappone e Stati Uniti potrebbero unirsi all’Ue nella causa, avendo anch’essi lamentato la tassazione che il Brasile impone sulle merci importate.

L’Unione Europea è la destinazione finale di circa il 20% delle esportazioni brasiliane e il primo partner commerciale di Brasilia; l’Olanda figura al  quarto posto tra i Paesi che comprano merci dal Brasile (dopo Cina, Stati Uniti e Argentina), la Germania al sesto. Per ciò che riguarda le importazioni in Brasile, invece, la classifica è guidata da Cina, Usa, Argentina e ancora Germania, sul quarto gradino; l’Italia si trova all’ottavo posto. Il Vecchio Continente quindi otterrebbe grandi benefici dalla conclusione dei negoziati, in corso da alcuni anni, per un’area di libero scambio tra l’Unione Europea il Mercosur – www.mercosur.int – organizzazione internazionale che comprende Argentina, Brasile, Paraguay, Uruguay e Venezuela (i paesi del Mercosur rappresentano l’80% del Pil e il 70% della popolazione del Sud America).

Il Wto, a cui si è rivolta Bruxelles, è guidato dal primo settembre scorso, da Roberto Carvalho de Azevedo, diplomatico brasiliano, classe 1957, nato a Salvador (Bahia), che occupa la posizione di direttore generale dell’organizzazione con sede a Ginevra dopo la scadenza del mandato del francese Pascal Lamy.

Antonio Barbangelo

Read More

Brazil Hospitality acquisisce l’Hotel Marina Palace a Rio

4 gennaio 2014 • Economia news, Economia Real, Viaggi & AffariComments (0)

In vista dei Mondiali di calcio che del prossimo giugno i protagonisti del mercato alberghiero internazionale affilano le loro armi e si preparano alla battaglia per accaparrarsi i milioni di turisti che visiteranno il Paese ospitante nel corso della manifestazione. Brazil Hospitality Group (Bhg) – www.bhg.net –  terzo gruppo alberghiero brasiliano, l’unico della categoria a essere quotato al Novo Mercado della BM & FBOVESPA –  www.bmfbovespa.com.br  – ha stipulato un accordo per acquisire l’Hotel Marina Palace a Rio de Janeiro –  www.hoteismarina.com.br. L’albergo dispone di 150 camere di fronte alla spiaggia di Leblon, uno dei più affascinanti lidi di Rio.

hhhhhhhhhhIl gruppo brasiliano, guidato dallo scorso luglio dal nuovo ceo Eduardo Bartolomeo, (nella foto) conta ora su cinque alberghi a Rio de Janeiro per un totale di 1.292 camere e  prevede d investire 15 milioni di dollari per ampliare i servizi dell’Hotel Marina, in modo da raggiungere gli standard della catena internazionale Golden Tulip Hospitality Group, rappresentata in Sud America da Brazil Hospitality Group.

Questo accordo arriva dopo la firma di un intesa tra il gruppo e Bless Business Bridge Participações Ltda, Crevalcore Participações Ltda e Participações Ltda Guastala per la costruzione di una nuova struttura Tulip Inn a Belo Horizonte, capitale del Minas Gerais. Oltre a essere la terza più grande catena alberghiera del paese, Brasile Hospitality Group è diventata la prima azienda brasiliana a operare nel settore immobiliare specializzata nel settore dell’ospitalità con un focus sul turismo.

La catena Golden Tulip Hospitality Group fa parte della catena Louvre Hotels Group, società del Groupe du Louvre – www.groupedulouvre.com – di proprietà di Starwood Capital Group. Louvre Hotels Group (Louvre Hotels & Golden Tulip) conta 1.100 alberghi distribuiti in 42 Paesi. Secondo le previsioni di Embratur, l’ente turistico del Brasile, i Mondiali di calcio porteranno nel Paese da 600 mila al milione e mezzo di turisti stranieri, mentre i brasiliani che si sposteranno all’interno, durante i 30 giorni del torneo, dovrebbero essere circa 3,1 milioni.

Antonio Barbangelo

Read More

Export da primato per la carne bovina brasiliana

16 dicembre 2013 • Economia news, Economia Real, Senza categoriaComments (0)

Nei primi nove mesi del 2013 le esportazioni brasiliane di carne bovina hanno raggiunto 1,36 milioni di tonnellate, generando un valore di 6,01 miliardi di dollari. È quanto rende noto il ministero dello Sviluppo, Industria e Commercio Estero (Mdic). Il dato fa segnare un primato nel comparto: sono state infatti superate le vendite di tutto il 2012, quando l’export di carne bovina ha registrato 1,24 milioni di tonnellate (5,74 miliardi di dollari). Rispetto ai primi nove mesi 2012 le esportazioni sono cresciute del 14% in valore, e del 20,1% in volume. Il Brasile è il maggiore esportatore di carne bovina al mondo; i principali acquirenti sono Hong Kong (21,8% del totale), Russia, Venezuela, Egitto e Cile. Dal 2000 al 2013 il numero di nazioni a cui il Paese latino americano vende carni bovine è passato dal 106 al 142; le autorità di Brasilia, tuttavia, continuano a cercare di conquistare nuovi mercati, anche in Europa. Lo stato di San Paolo guida la classifica degli esportatori (1,9 miliardi di dollari, pari al 32% del totale), seguono Mato Grosso, Goiás, Mato Grosso do Sul, e Rondônia. Negli ultimi anni, in alcune aree del Paese, la creazione di grandi aziende agricole e di nuovi allevamenti di bovini è avvenuta a scapito di parte del patrimonio forestale.

Antonio Barbangelo

Read More

Mondiali, crescono i montepremi per le squadre

5 dicembre 2013 • Rio Denaro, Sport newsComments (0)

Più soldi per le squadre partecipanti ai mondiali 2014. Sepp Blatter ha, infatti, comunicato che il montepremi salirà dai 410 milioni di dollari complessivi erogati in Sudafrica 2010 a 576 milioni di dollari. In particolare, ha proseguito il presidente della Fifa, i campioni del mondo riceveranno 35 milioni di dollari, i finalisti 25, i terzi 22 e i quarti 20; dalla quinta all’ottava classificata, il premio sarà pari a 14 milioni di dollari; dalla nona alla sedicesima piazza, di 9 milioni; tutti gli altri, infine, ne riceveranno 8.

Guido Berger

Read More

Brasile “mundial” in sostenibilità. Sarà vero?

1 dicembre 2013 • Affari & Persone, Senza categoriaComments (0)

97506_ext_arquivodi Filippo Franzoi. *Il Brasile gioca è vince i suoi “mondiali” della sostenibilità. Il Paese sudamericano rappresenta, da un punto di vista socio-economico, una della realtà più dinamiche del pianeta. Il modello di crescita e sviluppo presenta diversi aspetti positivi, ma anche molte zone d’ombra su cui resta ancora moltissimo da fare. Alcuni di questi aspetti sono stati brevemente analizzati in un precedente articolo. C’è però un campo in cui i brasiliani giocano un ruolo da protagonisti. E non si tratta del campo di calcio, ma di quello delle imprese attente alla sostenibilità. (altro…)

Read More

Brasil: feeding the world with solutions

27 ottobre 2013 • Eventi, Rio Denaro, Senza categoriaComments (0)

layout-davos-1024x488Brasil: feeding the world with solutions (Brasile: nutrire il mondo con soluzioni). E’ questo il theme statement che ha scelto il Brasile per la sua presenza a Expo 2015. Il Paese sudamericano ha firmato il contratto di partecipazione all’esposizione milanese e ha deciso di mettere in campo la propria esperienza nel settore agroalimentare per offrire ai visitatori dell’esposizione universale un’esperienza di qualità. (altro…)

Read More

Is it time to buy Brazil?

19 luglio 2013 • Economia Real, Senza categoriaComments (0)

Brazil will host the next World Cup, but Brazilians and foreign investors agree that dollars spent on stadiums would be better spent elsewhere. Jonathan Wheatley, deputy emerging markets editor, tells Long View columnist John Authers why Brazil needs to invest in building productivity. For more video content from the Financial Times, visit http://www.FT.com/video

 

Read More