MENU

Anara si scusa con la Francia (ma non con Deschamps)

14 maggio 2014 • Sport news

Aveva twittato insulti contro la Francia e contro il suo tecnico Didier Deschamps, infuriata per la mancata convocazione del suo fidanzato, il fantasista del City Samir Nasri (cliccare qui per approfondimenti). E molti transalpini, comprensibilmente, si erano infuriati, e contro la ragazza erano anche volati insulti. Così, l’indossatrice inglese Anara Atanes si era sentita di precisare, con tono piuttosto piccato, “tutti sono così veloci, è così divertente, io veramente intendevo mandare a quel paese (il termine usato è ben più “diretto”, ndr) la squadra nazionale francese. Ma continuate pure, francesi, per favore”. Oggi, però, la modella ha corretto il tiro, sempre dal suo account Twitter (qui). “Mi scuso se ho offeso qualche francese”, scrive sul social network. “I miei tweet non erano diretti al paese nella sua totalità”. Sottintendendo che le scuse non sono estese a Deschamps.

A margine delle discussioni (e delle molte critiche e insulti, non solo transalpini, ricevuti da Anara in questi due giorni, che hanno ricevuto risposte spesso irritate dall’indossatrice), un utente italiano di Twitter ha abbozzato una difesa della modella. Subito, un francese – forse per par condicio – ha applicato gli insulti di Anara aveva contro la Francia e Deschamps a Prandelli e all’Italia. Ricevendo una risposta molto significativa dal “difensore d’ufficio” della fidanzata di Nasri: “troppo facile: tutti odiano Prandelli in Italia”. Proprio mentre il thread #veritaprandelliane continua a spopolare per il social network dei cinguettii. Non c’è che dire: la truppa azzurra di Twitter non ama Cesarone.

A. Z.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »