MENU

La Camera di Commercio Italo-Brasiliana festeggia 60 anni

3 maggio 2014 • Eventi

60-anniversario-ccibIl 1954 è stato un anno importante per le relazioni tra Italia e Brasile. In quell’anno nasceva la Camera di Commercio Italo-Brasiliana, CCIB. L’allora vice presidente del Centro Economico italo-brasiliano, Emilio Dalla Volta, firmava davanti ai notai Manfredini e Borgomanero di Milano la nascita della Camera alla presenza di una quarantina degli oltre 200 soci iscritti.Nomi come Braibanti, Ameritalia, Banca Commerciale, Banca Nazionale del Lavoro,  Banco de Italia y Rio de la Plata, Banco di Sicilia, Banco di Roma, Bombrini Parodi-Delfino, Busacca ingegneria tessile, Cantieri Riuniti dell’Adriatico, Centro Italiano della Moda, Credito Italiano, Comerio, Compagnia Prado Chavas, Compagnia Esp. economica Italo -Americana, Edison, Essicatoi Italia, Farmitalia, Gondrand, avvocato Filippo Gramatica, Renato Grandi, Giani Carlo, Italia di Navigazione, Doro e Parizini, Ercole Marelli, Marinelli, Massimiliano Massa, Andrea Merzario, Montecatini, Muzzi, Necchi Vittorio, Oblatti Massimo, Officine Bini, Olivetti, Pirelli, Serio, Sim Bianca, Snia Viscosa, Turisanda, Ucimu, Vanguard, Zanchi Prospero hanno creduto nell’idea –  oggi più che mai valida – di avere una struttura organizzata che potesse affiancare e aiutare le imprese italiane decise a conoscere le complessità e le opportunità del mercato brasiliano.

L.-FELETTOPer festeggiare il 60° compleanno CCIB – presieduta da Luciano Feletto –  ha organizzato un evento che si svolgerà giovedì 29 maggio al The Westin Palace di Milano con la partecipazione di Federica Guidi, ministero dello Sviluppo Economico, l’ambasciatore Renan Paes Barreto – Console Generale del Brasile a Milano.  Saranno presenti tra gli altri  i soci della Camera – www.ccib.it – , i rappresentanti delle principali imprese italiane che operano in Brasile (Barilla, Ferrero, Fiat, Pirelli, Diesel, Marcegaglia, TIM), i rappresentanti dell’ambasciata del Brasile e del Consolato in Italia, i rappresentanti dello Stato dell’Espirito Santo – Brasile, i rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico e di Unioncamere, i giornalisti (Il Sole 24Ore, Tribuna Economica, btboresette, buongiornobrasile, ecc…), i presidenti delle Camere di Commercio Miste e i rappresentanti di diversi Istituti Bancari.

CCIB vive dei servizi erogati alle aziende, senza sovvenzioni pubbliche. E’ legalmente riconosciuta dal Ministero dello Sviluppo Economico di Roma ed è al n° 18 nell’elenco delle Camere di Commercio italo estere o estere in Italia. Il suo obiettivo è fornire agli operatori economici delle due comunità di riferimento, italiani verso il Brasile e brasiliani verso l’Italia, informazioni, consulenza ed assistenza. In particolare intende informare e sostenere le aziende italiane nelle loro azioni d’internazionalizzazione verso il Brasile; promuovere con altri organi del “sistema Italia” eventi miranti al sostegno delle imprese e del Made in Italy; fornire alle Imprese italiane adeguati servizi perché possano valutare, con conoscenze opportune, le loro azioni verso il Brasile; garantire metodologie di supporto e comunicazione alle imprese ed organi del “sistema Italia”; favorire, in ogni forma, le collaborazioni tra le due comunità economiche e istituzionali, utilizzando, caso per caso, le metodologie atte a favorire gli scambi tra queste diverse culture socio economiche.

banner-espirito-santo-italia-1Dal 1996 a oggi la Camera ha organizzato 145 appuntamenti  tra seminari, eventi e tavole rotonde, promosso e gestito 115 missioni imprenditoriali mirate, analizzato oltre 4.000 casi all’anno, raddoppiato ogni anno il numero di soci e il fatturato. Inoltre dal 10 gennaio 2013 la Camera ha ratificato l’accordo con lo Stato dell’Espirito Santo per rappresentarlo commercialmente in Italia (a sostegno delle imprese).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »