MENU

Hodgson: “a Manaus i tifosi si divertiranno”

18 febbraio 2014 • Sport news

Roy Hodgson ha visitato Manaus, città dove l’Inghilterra esordirà ai mondiali 2014 contro l’Italia. L’ex allenatore dell’Inter ha cercato di capire le condizioni (soprattutto climatiche) che la sua squadra troverà in loco. Il Ct inglese ha anche ispezionato lo stadio, con tanto di caschetto protettivo in testa, e ha espresso giudizi positivi nei confronti dell’impianto (che, però, necessita ancora di qualche lavoro prima di dirsi ultimato). “Sono rimasto colpito dall’Arena Amazônia”, ha detto l’ex tecnico interista: “non mi aspettavo di trovare un campo così verde, così ben tenuto. I seggiolini sono tutti al loro posto, lo spogliatoio anche”. E poi: “non abbiamo motivo di preoccuparci per le infrastrutture”. Commenti positivi anche sulla città: “sono sicuro che i 3 mila tifosi inglesi che ci seguiranno per la partita contro l’Italia divertiranno. Soprattutto se avranno modo di fare un po’ di turismo, di visitare l’opera, il centro. Non so se saranno fortunati come noi, che abbiamo avuto l’opportunità di vedere il punto di confluenza tra i due fiumi”.

Sembra chiusa, quindi, la polemica seguita alle dichiarazioni pre-sorteggio, quando il tecnico si era augurato non tanto di evitare una o l’altra rappresentativa, ma di non capitare a Manaus. Una dichiarazione che aveva fatto andare su tutte le furie Arthur Virgilio, sindaco della città amazzonica, che aveva risposto: “anche noi speriamo che l’Inghilterra non venga qui”. Invece, la sorte aveva voluto altrimenti. E i toni si erano alzati ulteriormente, dopo alcuni articoli che, sulla stampa inglese, descrivevano Manaus come un luogo impossibile per clima, criminalità e insidie della natura.

A quanto pare, gli scontri verbali sono ormai sopiti: “la gente qui a Manaus è molto amichevole e ospitale”, ha dichiarato Hodgson. Basterà questa dichiarazione per non avere uno stadio tutto dalla parte degli azzurri?

Roderick Lewis

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »