MENU

L’architetto brasiliano Mendes da Rocha in mostra a Milano

7 maggio 2014 • Eventi, Te lo dò io il Brasile

a616cc76d8804e4d16a2724c4b50c1fdAperta alla Triennale di Milano la mostra dedicata all’architetto brasiliano Paulo Mendes da Rocha, curata da Daniele Pisani. La mostra, che si potrà visitare fino al prossimo 31 agosto, vuole presentare l’opera dell’architetto che fu insignito nel 2006 del Pritzker Prize, il riconoscimento consegnato ogni anno alle figure più rilevanti dell’architettura contemporanea internazionale. L’esposizione della Triennale meneghina – www.triennale.it – fa luce su aspetti culturali e sociali molto significativi in Brasile, dove urbanistica e architettura hanno prodotto tendenze che hanno fatto scuola ovunque grazie a maestri di fama mondiale.

L’evento di Milano evidenzia come Mendes da Rocha si sia confrontato con le varie tipologie architettoniche e quali siano i suoi suoi principi di progettazione attraverso un percorso tematico. Grande attenzione è rivolta ai disegni (oltre 200): i disegni tecnici dei progetti, gli schizzi a fondamento di questi progetti e i disegni sinora rimasti ignorati, apparentemente lontani dall’architettura. Ai disegni si affiancano fotografie, documenti, volumi dello studio, riviste d’epoca e alcuni plastici delle opere di Mendes da Rocha. Gran parte del materiale proviene dallo studio dell’architetto.

Mendes da Rocha nacque nel 1928 a Vitória, capitale dello stato di Espírito Santo. Studiò architettura alla facoltà di San Paolo e iniziò a progettare edifici dal 1957. Fu influenzato dal lavoro di João Batista Vilanova Artigas, il più importante architetto modernista brasiliano, e divenne uno dei principali esponenti della scuola Paulista. Il movimento prendeva a modello gli insegnamenti di Mies van der Rohe, si contrapponeva alle linee curve della scuola carioca, impersonata per esempio da Oscar Niemeyer, e realizzava edifici in cemento armato e acciaio caratterizzati da forme massicce e linee geometriche.

Le creazioni architettoniche di Mendes da Rocha sono presenti ovunque nel paese che a metà giugno ospiterà il Campionato del mondo di calcio: da Porto Alegre a Rio de Janeiro, fino Salvador, Brasilia, Manaus, Curitiba, Belo Horizonte; ma anche in altri continenti e in Italia. Figura ben nota in Brasile, l’architetto di Vitória è diventato famoso a livello internazionale soprattutto dopo il 2000; l’anno successivo ha vinto l’importante premio Mies van der Rohe per l’America Latina per il progetto di ristrutturazione della Pinacoteca dello stato di San Paolo.

Antonio Barbangelo

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »