MENU

Messi rinnova col Barça: “E ora vinco i mondiali”

18 maggio 2014 • Sport news

Ponendo fine a mesi di voci e illazioni, Lionel Messi ha deciso di rimanere al Barcellona. Il fuoriclasse argentino ha trovato un accordo economico con il club azulgrana, che per trattenerlo al Camp Nou non ha esitato a renderlo il calciatore più pagato del mondo. Il contratto che verrà perfezionato nelle prossime ore prevede un ingaggio annuo che sale da 16 a 20 milioni di euro, consentendo a Messi di staccare Cristiano Ronaldo e Wayne Rooney, che ne guadagnano 18. Con la certezza di avere in tasca 55.000 euro netti al giorno, l’argentino potrà quindi concentrarsi esclusivamente sul mondiale in Brasile, dove i bookmaker stanno indicando proprio nell’Argentina la squadra favorita. Non è ancora nota la durata del contratto, che tuttavia contiene una clausola rescissoria di 250 milioni.
Il fenomeno ventisettenne si lega quindi a doppio filo alla società che credette in lui quando era ancora bambino e i suoi ritardi nella crescita suscitavano numerose perplessità nei suoi allenatori: approdato nel vivaio catalano, non è cresciuto moltissimo sul piano fisico, ma è diventato un gigante su quello tecnico, aggiudicandosi quattro Palloni d’Oro consecutivi, un record storico. Nel corso dell’ultima stagione, le difficoltà avute dal Barça con Tata Martino e i numerosi episodi di vomito capitati a Messi anche in campo hanno alimentato voci su un possibile divorzio. Il Paris Saint Germain sembrava il club maggiormente quotato nella corsa ad un fuoriclasse che ovviamente avrebbe fatto gola a qualunque squadra del mondo e che a Barcellona ha iniziato a soffrire della crescente popolarità di Neymar, che comincia a fargli un po’ d’ombra. Il rinnovo del contratto con gli azulgrana spazza via tutte queste distrazioni e permette a Leo di mettere a fuoco il suo vero obiettivo: vincere il mondiale per considerarsi alla pari del mitico Maradona. “Ho sempre pensato che un giocatore non possa considerarsi un vero fuoriclasse fino a quando non conquista il mondiale”, afferma Messi. “Essere paragonato a Diego ovviamente mi fa molto piacere, ma lui ha regalato all’Argentina la più grande gioia calcistica con la vittoria del titolo iridato e io per essere al suo livello devo fare la stessa cosa. Spero di farlo in Brasile”.
Foto di Manu Fernandez/The Associated Press per  http://sports.nationalpost.com/

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »