MENU

La lista di Prandelli: dentro Pepito, fuori Gila

13 maggio 2014 • Sport news

Cesare Prandelli ha comunicato i 30 “pre-convocati”, da cui poi sceglierà i 23 che voleranno ai Mondiali. Abbiamo detto 30, ma in realtà sono 31: è stato inserito, come uomo in più, anche il portiere del Parma Mirante, che ufficialmente non è tra i convocati, ma che è stato scelto a scopo precauzionale. Insomma, un po’ come la lista d’attesa che Roy Hodgson ha fatto per l’Inghilterra.
La lista di Prandelli lasciava spazio a pochi “ballottaggi” e poche incertezze. Ma qualche sorpresa c’è stata. Partiamo dal primo dubbio “amletico” che incuriosiva gli sportivi: Pepito o non Pepito? Alla fine, Prandelli ha detto Pepito: la lista dei 30 non è quella definitiva, ma la pre-convocazione di Giuseppe Rossi è una prova evidente della fiducia che Cesare Prandelli nutre nel recupero dell’attaccante viola. La sorpresa è, invece, Alberto Aquilani, che pochi pronosticavano. Mentre Totti, Diamanti, Gilardino e Toni sono stati esclusi: l’ex bolognese sta facendo faville con Marcello Lippi nel campionato cinese, ma ha evidentemente “pagato” la scarsa visibilità di quel torneo. Ben più controverse le esclusioni del veronese, che sembra vivere una seconda giovinezza (in questo momento è al secondo posto nella classifica cannonieri con 20 gol, dietro a Immobile e davanti a Tévez, Higuain e Palacio), e del genoano (che di reti ne ha realizzate 15). La causa di Gilardino è stata perorata dal compagno di squadra Luca Antonini, che davvero non le ha mandate a dire. In un tweet postato dopo la mancata convocazione, il centrocampista ha scritto: “Tu non hai i requisiti x questa nazionale: troppo eticamente corretto, troppe presenze, troppi gol, troppo forte! Mi spiace amico @GilaGilardino”. Davvero parole come pietre.
Aspre polemiche anche per la convocazione di Giorgio Chiellini, che ha definitivamente affossato il traballante “codice etico” di Prandelli. Il difensore bianconero è stato squalificato per tre giornate in seguito alla prova tv a causa di una gomitata al romanista Pjanić. “Condotta violenta” e “intenzionalità lesiva” le ragioni addotte dagli organi disciplinari della Figc. Il Ct ha, però, sorvolato così come aveva fatto con Balotelli ai tempi del City, mentre aveva punito Osvaldo (per aver disertato la cerimonia di premiazione della Coppa Italia, l’anno scorso) e Destro (per un episodio molto simile al caso-Chiellini). La convocazione ha scatenato l’ironia di Twitter, con il thread #veritaprandelliane (cliccare qui): la dichiarazione del Ct (“Ho visto e rivisto l’azione di Chiellini: per me non è un gesto violento”) è stata parodiata con moltissimi tweet, che hanno messo in bocca al tecnico una reinterpretazione sarcastica di alcuni fatti, storici e non. Eccone alcuni: “Prandelli: ho rivisto la sequenza di gioco, ed escludo che Bruto e Cassio avessero intenzione di far male a Giulio Cesare” “Il muro di Berlino ha subito un cedimento strutturale non è stato abbattuto”. “ho letto e riletto la fiaba, la nonna di Cappuccetto Rosso è morta d’infarto, il lupo non c’entra”. “Prandelli: Rivedendo i film di Fantozzi mi sono convinta che la figlia fosse una bella regazzetta!”. Con buona pace di Plinio Fernando, lo storico interprete della piccola Mariangela.
Satira per il caso-Chiellini, delusione profonda per Domenico Criscito. Anche il terzino dello Zenit di San Pietroburgo ha affidato a Twitter (ma, questa volta, in prima persona) un amaro sfogo per essere stato escluso escluso, riconoscendo di esserci rimasto molto male (il giocatore ha utilizzato un’espressione ben più… forte). Anzi: peggio “adesso che due anni fa all’Europeo”.
Non resta, dunque, che attendere la prossima sforbiciata. Che, inevitabilmente, provocherà altre polemiche…

 

Di seguito, l’elenco completo dei “30 + 1”

 

Portieri
Buffon (Juventus), Perin (Genoa), Sirigu (Paris Saint Germain).. Mirante (Parma) è stato inserito in via precauzionale, ma non fa parte dei pre-convocati.

Difensori
Abate (Milan), Barzagli (Juventus), Bonucci (Juventus), Chiellini (Juventus), Darmian (Torino), De Sciglio (Milan), Maggio (Napoli), Paletta (Parma), Pasqual (Fiorentina), Ranocchia (Inter)

Centrocampisti
Aquilani (Fiorentina), Candreva (Lazio), De Rossi (Roma), Marchisio (Juventus), Montolivo (Milan), Motta (Paris Saint Germain), Parolo (Parma), Pirlo (Juventus), Romulo (Verona), Verratti (Paris Saint Germain)

Attaccanti
Balotelli (Milan), Cassano (Parma), Cerci (Torino), Destro (Roma), Immobile (Torino), Insigne (Napoli), Rossi (Fiorentina)

 

A. Z.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »