MENU

Mondiali, Prandelli punta alla finale. E segue Immobile

11 febbraio 2014 • Sport news

Felipão Scolari ha preannunciato (scherzosamente) che chiederà asilo politico al Kuwait in caso di insuccesso.  Cesare Prandelli non si è spinto così in là. Ma a questo mondiale ci crede, e come. Anche se le sue speranze – ça va sans dire – si fermano all’approdo in finale. Poi si vedrà. “Come filosofia, non andremo in Brasile soltanto per cercare di compiere più strada possibile”, ha affermato il Ct azzurro in un’intervista a Tuttosport, “ma programmando ogni aspetto nell’ottica di arrivare in finale. Questa deve essere la mentalità vincente che ci guiderà. Le favorite sono Brasile, Argentina, Germania e Spagna. Poi ci siamo noi, l’Uruguay, l’Inghilterra, l’Olanda, il Belgio, la Colombia e il Giappone”, ha sostenuto.

Il tecnico ha anche espresso apprezzamenti per alcuni giovani che stanno facendo molto bene in campionato. Primo tra tutti Ciro Immobile, che sta contribuendo a mantenere il Toro in corsa per il sospirato ritorno in Europa, nonostante il passo falso di domenica (9 febbraio). “Non mi ha sorpreso”, ha detto Prandelli della punta granata: “è un attaccante moderno, completo. Possiede anche grande generosità. E sta continuando a migliorare a vista d’occhio anche come goleador. Per il Brasile seguo con attenzione pure lui. Come Osvaldo, Pazzini, Matri, Destro, Insigne“. Attenzione, ma condizionata, anche per Domenico Berardi: brucia ancora il colpo di testa dell’attaccante del Sassuolo, che lo scorso maggio disertò la convocazione in under 19, guadagnandosi l’esclusione per nove mesi dalla maglia azzurra. “Dopo la lunga squalifica, ora deve passare dall’under 21, come tutti. Se farà bene anche lì, oltreché in campionato con continuità, allora un occhio di riguardo ci sarà pure per lui. Vedremo. Dipende da lui”.

A. Z.

In alto, Cesare Prandelli (foto Roberto Vicario, licenza Creative Commons)

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »