MENU

Prandelli: “tutti possono vestire l’azzurro. Nessuno escluso”

26 marzo 2014 • Sport news

“Non ho mai chiuso la porta a nessuno. Poi valuteremo in base alla condizione fisica”. Cesare Prandelli lo ha assicurato: tutti possono vestire l’azzurro in Brasile. La dichiarazione, che lo differenzia dal suo predecessore (Marcello Lippi dichiarò con un congruo anticipo che non avrebbe convocato Antonio Cassano per Sudafrica 2010, senza specificarne i motivi), mette implicitamente in gioco il talento di Bari Vecchia e il suo ex compagno di squadra Francesco Totti, che nei giorni scorsi si era reso disponibile a una clamorosa rentrée in nazionale. Ai microfoni di RaiSport, il tecnico azzurro ha però ricordato che la lotta per entrare nei 23 sarà molto dura (lo aveva ricordato già un po’ di tempo fa, osservando che l’unico titolare sicuro del posto è Gigi Buffon). Prandelli ha assistito a Roma-Torino, (martedì 25 marzo, 2-1 per i giallorossi) e l’ha definita “uno spot per il nostro futuro”. Merito del gioco espresso, certo. Ma soprattutto dei giovani, il particolare il granata Ciro Immobile e il giallorosso Mattia Destro. “Ieri sera ho visto giovani che finalmente hanno osato”, ha affermato il Ct: “questo ci fa ben sperare per il futuro”.

Infine, un consiglio a Mario Balotelli. A cui, secondo il Ct azzurro, serve ascoltare Seedorf e tirare fuori le emozioni che ha dentro. Quando un’emozione è sincera”, ha concluso Prandelli, “è sempre apprezzata”.

A. Z.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »