MENU

Un ragazzo paraplegico darà il calcio d’inizio ai Mondiali

10 giugno 2014 • Te lo dò io il Brasile

Un ragazzo paraplegico darà il calcio d’inizio ai Mondiali del Brasile grazie a un esoscheletro guidato direttamente
dal suo pensiero. Questo incredibile risultato è stato realizzato grazie a Miguel Nicolelis, autore de Il Cervello universale (Nuovi Saggi Bollati Boringhieri, 2013). La notizia è su tutti i giornali e sta alimentando le speranze dei circa 25 milioni di persone che dipendono da una sedia a rotelle.

Un team internazionale ha infatti disegnato un esoscheletro, realizzato con una stampante 3D e controllato direttamente dalla mente, che darà al giovane la possibilità di calciare un pallone e inaugurare in questo modo magnifico la cerimonia d’apertura della festa del football. Le ossa e i muscoli dell’esoscheletro sono fatti di una lega di metalli leggeri e di pompe idrauliche, ma il cervello che lo guida è interamente umano: le onde cerebrali del giovane sono infatti tradotte in movimenti. L’uomo muoverà le sue gambe robotiche col pensiero!

L’idea è partita da Miguel Nicolelis –  http://www.nicolelislab.net/ – neuroscienziato brasiliano, ora alla Duke Univeristy, North Carolina, anima e ideatore del Walk Again Project: sarà proprio uno degli otto pazienti paraplegici coinvolti nel suo progetto a dare il calcio d’inizio dei mondiali.In Italia i dettagli scientifici e tecnici di questo incredibile successo sono raccontati con grande chiarezza e in presa diretta dallo stesso Nicolelis, nel suo Il cervello universale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »