MENU

Il Cio lancia l’allarme: “ritardi record per Rio 2016”

29 aprile 2014 • Maracanà, Sport news

Nuovo allarme su Rio 2016. Lo lancia il vicepresidente del Cio John Coates, che dopo sei viaggi in Brasile per controllare l’andamento dei lavori ha sentenziato: l’organizzazione della kermesse olimpica del 2016 è “la peggiore che abbia mai visto”. Un’esternazione davvero preoccupante, dato che Coates si occupa dell’organizzazione dei Giochi da 40 anni. “La situazione non ha precedenti”, ha rincarato la dose il dirigente del Comitato Olimpico Internazionale, che però ha ammesso: “non esiste un piano B. Andremo a Rio”, ma “siamo davvero molto preoccupati”.

Il vicepresidente del Cio ha paragonato la situazione di Rio de Janeiro con quella di Atene e dei preparativi per i Giochi del 2004. Un’edizione che, ha affermato, ebbe i suoi “ritardi nella costruzione degli impianti e nella fornitura di servizi”. Ma alla fine, tutto fu “consegnato in tempo. A Rio, invece, la costruzione di alcuni siti non è neppure iniziata, le infrastrutture sono in grande ritardo e la città ha problemi sociali che devono essere affrontati”

Il “grido di dolore” di Coates segue molto da vicino quello di Thomas Bach, presidente del Cio, e Francesco Ricci Bitti, numero uno della Federazione internazionale tennis e dell’Associazione delle federazioni internazionali olimpiche estive (qui), lanciato lo scorso 9 aprile. In particolare, Ricci Bitti aveva affermato che “questa è la situazione più critica come minimo degli ultimi 20 anni”. 

A. Z.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »