MENU

Caso Corinthians: i giocatori minacciano lo sciopero

4 febbraio 2014 • Sport news

Non c’è pace per il Brasile premondiale. Dopo il caso Héverton-Portuguesa, che ha trasferito la lotta per la retrocessione nelle aule di tribunale, ora è la volta del tentativo di aggressione (e delle minacce di morte) ai giocatori del Corinthians da parte dei loro stessi tifosi. A impaurire i calciatori, un centinaio di ultras, che hanno accusato i loro beniamini (soprattutto l’ex milanista Pato) di scarso rendimento. Materia del contendere, l’umiliante sconfitta per 5-1 contro i rivali del Santos nel campionato paulista. “Vi spezzeremo le gambe”, avrebbero aggiunto, in tono intimidatorio, i torcedores, che sono entrati nel centro sportivo corinthiano, aggredendo anche alcuni inservienti e derubando tre addetti della squadra dei loro telefonini. Risultato: “i calciatori sono scossi e hanno paura di uscire di casa”, ha affermato Rinaldo Martorelli, presidente del sindacato calciatori dello stato di San Paolo, mentre Pato se ne vuole andare. E i calciatori brasiliani minacciano lo sciopero, in solidarietà con i colleghi minacciati.

Clemente Isola

In alto, nella foto di Tomofumi Kitano (licenza Creative Commons), il Corinthians campione del mondo 2012: da quelle immagini di gioia sembra passato un secolo…

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »