MENU

I sindacati tedeschi: “Spostate gli orari di lavoro per i Mondiali”

22 aprile 2014 • Te lo dò io il Brasile

Orari flessibili durante i Mondiali“. Lo hanno chiesto, secondo il quotidiano Bild, alcune importante sigle sindacali tedesche. In particolare, chiedono alla controparte di far slittare l’inizio della giornata lavorativa, per consentire ai dipendenti di vedere le partite in notturna e riposare adeguatamente. “Credo che datori di lavoro e sindacati debbano discutere per adeguare gli orari di lavoro alla trasmissione delle partite dei mondiali”, ha detto Michael Vassiliadis, presidente del sindacato minatori, chimica ed energia. “Quando possibile bisognerebbe cominciare più tardi”, gli ha fatto eco Robert Feiger, presidente federale del sindacato degli edili e agricoltori. E cosa ha risposto il padronato? Aperto – anzi, apertissimo – al confronto: Lencke Wischhusen, presidente dei giovani imprenditori, ha serenamente affermato che i turni del mattino, quando possibile, possono benissimo essere rinviati. E Wolfgang Steiger, imprenditore, ma anche segretario generale del consiglio economico della Cdu, ha aggiunto: “potremmo andare incontro ai dipendenti quando gioca la Germania”.

La richiesta dei sindacati tedeschi ha un recente precedente. Nel 2010 proprio in occasione dei Mondiali in Sudafrica anche i sindacati britannici chiesero che i lavoratori potessero seguire la partita Inghilterra-Slovenia, decisiva per il passaggio agli ottavi. Ma in quell’occasione le imprese non vollero modificare l’orario di lavoro. Per i prossimi Mondiali gli inglesi si consoleranno con la flessibilità dell’orario di apertura dei pub che verrà prolungata grazie anche all’intervento del premier Cameron pronto a presentare un emendamento che consentirà ai pub di restare aperti oltre l’orario consueto, per poter trasmettere le partite dell’Inghilterra. Ma non basta.

Sembra anche che a Rio sia stato deciso di rendere festivi, con tanto di chiusura di scuole e uffici (totale, o a partire dalle 12 ora locale) tutti i giorni in cui ci saranno partite della Seleçao, anche se non giocherà in città. La medesima cosa dovrebbe avvenire anche in occasione di Spagna-Cile del 18 giugno ed Ecuador-Francia del 25, che verranno disputate al Maracanà.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »