MENU

Suarez: “Real o Barça? Penso solo ai mondiali”

15 maggio 2014 • Sport news

Dopo la straordinaria stagione vissuta con la maglia del Liverpool, Luis Suarez è senza ombra di dubbio lo spauracchio dei tifosi italiani. In coppia con Cavani, altra vecchia conoscenza del nostro calcio, il Pistolero guiderà l’attacco della nazionale Celeste ai mondiali, in un girone davvero complicato, che comprende anche Inghilterra e Costa Rica.

La stima dei suoi colleghi inglesi gli è già stata esplicitata tramite il premio di giocatore dell’anno, assegnatogli dal sindacato calciatori. La stagione avrebbe potuto essere letteralmente trionfale, se il Liverpool non avesse gettato al vento un campionato che pareva già vinto, spianando la strada al successo del Manchester City. I tifosi dei “Reds” aspettavano la conquista della Premier League da ben 24 anni, ma i loro beniamini hanno realizzato un vero e proprio suicidio sportivo, facendosi rimontare in dieci minuti un vantaggio di 3-0 dal modesto Crystal Palace. Quando l’arbitro ha fischiato la fine dell’incontro, con il punteggio di 3-3, Suarez è scoppiato in lacrime e c’è voluto l’intervento dei compagni per tranquillizzarlo. In particolare, capitan Gerrard ha chiesto al cameraman di spostare l’inquadratura, per non infierire sul bomber disperato, e poi ha dovuto prenderlo di peso e trascinarlo negli spogliatoi.

L’inizio dei mondiali offre a Suarez una ghiotta possibilità per lasciarsi la delusione alle spalle: “Nel calcio non bisogna mai guardarsi indietro, ma si deve sempre pensare alla prossima partita. Sono concentratissimo su Brasile 2014, perché in una competizione del genere bisogna riuscire a dare il massimo. Se devo indicare una squadra favorita, dico l’Argentina, perché ha dei grandissimi campioni che oltretutto arrivano a questo appuntamento nelle migliori condizioni di forma. Però ci sono tante altre squadre che possono essere protagoniste: ci siamo noi uruguagi, l’Inghilterra, la Spagna e la Germania. Sarà sicuramente un grande spettacolo”.

Suarez sarà inevitabilmente uno dei protagonisti seguiti con maggiore attenzione. In molti lo considerano il miglior centravanti del mondo ed è quindi ovvio che le sue prestazioni in Brasile potrebbero segnare un punto di svolta nella sua carriera. Rispetto al suo futuro, l’ex attaccante dell’Ajax è finora riuscito a dribblare le domande con la stessa facilità con la quale ha saputo saltare i difensori del campionato inglese. A inizio settimana, smaltita la rabbia per l’harakiri del Liverpool, si è detto sicuro del fatto che il club di Anfield Road possa aprire un ciclo, anche grazie alla presenza in rosa di numerosi giovani di valore.

Ma Suarez sarà ancora coinvolto nei progetti dei “Reds”? Dopo la sua stagione stellare, il Real Madrid ne ha fatto l‘obiettivo principale del mercato estivo. Per formare quella che sarebbe una coppia da urlo con Cristiano Ronaldo, gli spagnoli hanno messo sul tavolo una maxi offerta da 70 milioni di euro, mentre Barcellona e Paris Saint Germain stanno alla finestra, pronte a cogliere eventuali aperture da parte del sudamericano. Si è parlato addirittura dell’esistenza di una clausola particolare nel suo contratto, che obbligherebbe il Liverpool a lasciarlo partire nel caso provenisse una determinata offerta da parte di Real o Barça, ma Suarez stesso ha smentito questa voce: “Che io sappia, non esiste alcuna clausola legata ad uno specifico club”.

Ormai arrivato allo stesso livello di popolarità di Cristiano Ronaldo e Messi, Suarez è a quota 31 gol, proprio come il portoghese, e si augura di vincere anche la Scarpa d’Oro come miglior realizzatore d’Europa: “Spero che nell’ultima giornata Ronaldo non segni, ovviamente. Lui e Messi sono due fenomeni. Fanno gol con una facilità tale che non sembra nemmeno naturale, mentre io mi devo spaccare la schiena per fare quello che faccio. L’interesse di Real e Barcellona? A fine stagione è normale che circolino certe voci, ma io non me ne occupo. Lascio che a queste cose pensi il mio agente, che sa che cosa è meglio per me. In questo modo posso concentrarmi sui mondiali, che sono il mio grande obiettivo”. L.Z.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »