MENU

Argentina: 1.500 in piazza per Tévez

9 aprile 2014 • Sport news

Se Cesare Prandelli ha problemi di sovrabbondanza in attacco, che cosa dovrebbe dire Alejandro Sabella, Ct dell’Argentina? Può disporre di pezzi da novanta come Messi, Agüero, Lavezzi, Higuain, Di Maria e Palacio.  A rimanere fuori dai giochi potrebbe quindi essere Tévez, capocannoniere della serie A insieme a Ciro Immobile. E nulla cambiano i rumours che vedrebbero Carlitos al Boca Juniors una volta scaduto il contratto con la Juventus (nel 2016): la sovrabbondanza è sovrabbondanza. Tanto più che Sabella, pur avendo provato molti giocatori, non ha mai dato spazio all’Apache: l’ultima partita giocata dall’attaccante juventino risale ai tempi in cui era Ct Sergio Batista. La scarsa considerazione di Sabella per Tévez è spiegata in vari modi: per qualcuno, i motivi sono essenzialmente tecnici: Carlitos ha la sfortuna di avere davanti giocatori fortissimi che lo chiudono. Altri affermano che Sabella “non lo vede” – e quando un tecnico non “vede” un giocatore, per lui non c’è nulla da fare. C’è, invece, chi afferma che il disco rosso sia causato da motivi disciplinari. Infine, alcune indiscrezioni parlano di dissidi tra lo juventino e  Julio Grondona, “grande capo” dell’Afa e grande avversario di Diego Armando Maradona.

Tevez e MessiNon la pensano, però, come Sabella alcuni fans argentini del giocatore, che si sono contati sui social network: prima su Facebook, poi su Twitter (con l’hashtag #CarlitosTevezAlaSeleccion). E, infine, hanno optato per una manifestazione per sostenere il loro beniamino, venerdì prossimo (11 aprile) alle 17.00 davanti all’Obelisco di Buenos Aires. I fans di Tévez promettono poi di spostarsi, in corteo, davanti alla sede della Federazione argentina. Finora, sono 1.500 i tifosi che hanno dato la loro adesione on line. Non moltissimi, per la verità, soprattutto in virtù del fatto che non sempre chi aderisce sui social network partecipa alle manifestazioni, soprattutto in megalopoli come la capitale argentina. In ogni caso, il partito pro-Tévez ha conquistato un endorsement di peso: proprio Diego Armando Maradona. Sembrerebbe una pura ripicca contro Grondona, ma non lo è: proprio il Pibe, da Ct argentino, convocò l’Apache ai Mondiali sudafricani.

A. Z.

 

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »