MENU

Uefa Europa League assegnata a tavolino a Western Union Company

14 maggio 2014 • Affari & Persone

L’edizione 2014 dell’Uefa Europa League è stata assegnata a tavolino a The Western Union Company per l’iniziativa Pass  – www.wu-pass.org – giunta alla sua seconda edizione. La formula Pass prevede che ogni passaggio completato in ogni partita dell’Europa League si trasforma in finanziamento per l’istruzione di scuola secondaria per i giovani di tutto il mondo. Dopo la partita di questa sera tra le squadre del Benfica e del Sevilla FC allo Juventus Stadium di Torino, il numero di passaggi avrà raggiunto quota 350.000, più del doppio della stagione 2012/13 che si era conclusa con 170.000 passaggi.

Oltre a trasformare le azioni di gioco in fondi, l’iniziativa Pass di Western Union  – www.westernunion.com – punta a accrescere il livello di consapevolezza sull’importanza dell’educazione delle giovani generazioni e fa parte della più ampia campagna di Western Union Education for Better  che ha coinvolto numerosi testimonial. In febbraio, la leggenda del calcio brasiliano Roberto Carlos ha incontrato gli studenti sostenuti da Unicef  – www.unicef.org – e dall’iniziativa Pass a Istanbul in Turchia. Più tardi, nello stesso mese, anche l’ex stella dell’Eintracht Francoforte e della nazionale nigeriana, Jay Jay Okocha, ha dato il suo sostegno. Il principale ambasciatore di Pass, Patrick Vieira, (nella foto sopra) si recherà in Senegal con Western Union e Unicef subito dopo la finale di questa sera per testimoniare come i fondi donati all’Unicef attraverso l’iniziativa Pass influenzeranno in positivo le vite dei bambini aiutandoli a completare la loro formazione.

“Da dove vengo, molti bambini devono affrontare problemi che impediscono loro di completare la scuola”, ha spiegato Vieira, l’ex campione francese che ha giocato nelle squadre dell’AS Cannes, AC Milan, Arsenal FC, Juventus FC, FC Internazionale Milano, Manchester City FC e nella nazionale francese. Nato in Senegal, all’età di otto anni si è trasferito in Francia e attualmente è allenatore delle giovanili del Manchester City FC.
“Il calcio è stato il mio biglietto per il successo. La cosa più impattante di questa iniziativa è che quello che i giocatori stanno facendo sul terreno di gioco si traduce in qualcosa che va oltre lo sport, grazie a Western Union che trasforma i passaggi in fondi di cui potranno beneficiare gli studenti, gli insegnanti e le scuole di tutto il mondo. In particolare, nei luoghi dove ce n’è più bisogno, come il Senegal, per questo non vedo l’ora di tornarci non più tardi di questa settimana”.

L’iniziativa copre un arco temporale di 3 anni, il periodo della sponsorizzazione di Uefa Europa League da parte di Western Union, e si conclude con la finale 2015. “Trasferire denaro per una buona causa fa parte della nostra attività”, ha detto Diane Scott, chief product e marketing officer di Western Union e membro del consiglio d’amministrazione di Western Union Foundation – www.westernunionfoundation.org. “Attraverso Pass abbiamo voluto sfruttare il potere del calcio per aumentare la consapevolezza della sfida che il mondo sta affrontando nel campo dell’educazione, così come dare una mano per fare la differenza per i giovani e le loro comunità. Ecco perché è stato molto gratificante vedere il finanziamento dell’educazione devoluto a questi paesi e perché i risultati di questa stagione sono stati così positivi”.

Durante il primo anno, la collaborazione tra l’iniziativa Pass di Western Union con Unicef si è concretizzata in progetti educativi in Nigeria, Giamaica e Turchia e nuovi progetti partiranno quest’anno in Brasile, Senegal, Marocco e Cina. I fondi di Western Union supporteranno le attività di formazione e sviluppo curricolare degli insegnanti; l’educazione finanziaria, la formazione professionale e lo sviluppo delle life skills degli adolescenti; il miglioramento delle strutture scolastiche, l’eliminazione delle barriere di accesso alle scuole e molto altro ancora.

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »