MENU

Un sorteggio? No, due

3 dicembre 2013 • Senza categoria, Sport news

Prima del sorteggio, ci sarà un pre-sorteggio, per spostare una squadra europea dall’urna 4 all’urna 2. Lo ha annunciato Jérôme Valcke, segretario generale della Fifa. Il pre-sorteggio servirà per equilibrare il numero di squadre inserite in ogni recipiente.  Se si eccettua il primo raggruppamento, quello delle teste di serie (Brasile, Spagna, Germania, Colombia, Belgio, Uruguay e Svizzera), le altre urne sono state formate con criteri geografici: la numero 2 comprende le squadre africane (Costa d’Avorio, Ghana, Algeria, Nigeria, Camerun) e sudamericane non teste di serie ( Cile ed Ecuador); la 3 include le compagini di Asia (Giappone, Iran, Corea del sud e Australia, che calcisticamente è considerata asiatica) e America del nord (Stati Uniti, Messico, Costa Rica e Honduras); la 4 è composta dalle europee non teste di serie (Bosnia Erzegovina, Croazia, Inghilterra, Grecia, Italia, Olanda, Portogallo, Russia e Francia). Fatti rapidi calcoli, ci sono sette squadre nell’urna 2 e nove nella 1: questa la comprensibile ragione che ha costretto la Fifa al pre-sorteggio. Tuttavia, non si rischierà di trovare tre squadre del Vecchio continente nello stesso girone: è stato previsto che, in ogni gruppo, non possano essere inserite più di due europee, mentre non sarà sorteggiata più di una sudamericana per girone.

Il criterio scelto per equilibrare il secondo e il quarto raggruppamento non mancherà di sollevare polemiche.  Un’alternativa praticabile consisteva nello spostare la Francia (la peggiore europea come ranking Fifa) nell’urna 2. Ma così facendo si sarebbe discriminato il raggruppamento delle africane e delle sudamericane non teste di serie, attribuendogli di fatto la qualifica ufficiosa di “urna debole”. Fatto sta che, con questa formula, l’Italia potrebbe capitare – per esempio – con Brasile, Inghilterra e Messico. Oppure, l’Olanda con Spagna, Italia e Corea del Sud.

Roderick Lewis

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »