MENU

Valcke: “tifosi, attenti, il Brasile non è la Germania”

9 maggio 2014 • Sport news

Che Jérôme Valcke non sia l’uomo Fifa più amato in Brasile è cosa nota. Già nel 2012, il segretario generale della Federazione si era messo in rotta di collisione con i prossimi padroni di casa dei Mondiali, suggerendo la necessità di un “calcio nel deretano” (Valcke aveva utilizzato un termine ben più “diretto) per gli organizzatori, a causa dei ritardi nei lavori. La risposta delle istituzioni brasiliane era stata altrettanto dura: “non vogliamo più relazionarci con Valcke”. I colpi di sciabola erano proseguiti mese dopo mese: il segretario generale della Fifa non aveva perso occasione per esprimere (a più riprese) i suoi timori sui ritardi organizzativi, che sono tuttora fonte di preoccupazione: ancora oggi non si è sicuri se tutti gli stadi saranno pronti per ospitare la kermesse iridata. A inizio settimana, lo stesso Valcke aveva rivelato che, se la federazione aveva scelto di giocare in 12 città, lo aveva fatto per espresso desiderio dell’ex presidente Lula: la Fifa, ha rivelato il suo segretario generale, avrebbe preferito ridurre a dieci il numero degli stadi.

Ora, il giornalista prestato alla Fifa è passato a parlare dell’argomento-sicurezza, durante una conferenza stampa. E ha avvertito i tifosi di tutto il mondo: “attenzione, il Brasile non è la Germania. La più grande sfida di questi Mondiali”, ha sottolineato, “non sarà per i media, né per le squadre e nemmeno per gli accompagnatori: sarà per i tifosi”. Ha proseguito Valcke: “Non potrete dormire in spiaggia, principalmente perché è inverno”. E poi: “assicuratevi di trovare un letto dove dormire: non vi sarà possibile (leggi: non è sicuro, ndr) arrivare con uno zaino e andarsene in giro… Non ci sono treni, e non è possibile guidare” in tempi accettabili da uno stadio all’altro. E ancora: “Non pensate che il Brasile sia la Germania, dove spostarsi è facile e dormire in macchina è normale: in Brasile non potrete farlo”. Un’esternazione che potrebbe essere presa come un’ennesima critica, ma che – ha assicurato Valcke – non lo è. “So che è difficile parlare senza creare problemi”, ha messo le mani avanti il segretario generale della Fifa, “ma il mio messaggio ai tifosi è: accertatevi di essere organizzati quando venite in Brasile”.

A. Z.

 

 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

« »